Traversata Montasio – Jof Fuart Stampa E-mail
Alpi GiulieCreste del MontasioRifugio CorsiStambecchi in branco

Uno dei percorsi più impegnativi e spettacolari delle Alpi Giulie, da affrontare nell'arco di 5 giorni, sulle ferrate e i sentieri più belli delle nostre montagne. Trascorreremo tutte le serate in comodi ed accoglienti rifugi che ci serviranno per rifocillarci e recuperare le forze in vista delle fatiche del giorno successivo.

Dal Rifugio Grego attraverso la cima del Montasio fino al Rifugio Pellarini per poi affrontare l'impegnativa gola Nord-Est che ci condurrà sullo Jof Fuart.

 

Programma

Primo giorno: Salita al rifugio Grego. Durata percorso: 40 minuti.

Secondo giorno: Salita allo Jof di Montasio (2753 mt.) lungo la via Amalia, spettecolare ferrata attrezzata sulla parete nord del Montasio. Giunti al bivacco Suringar si sale direttamente lungo il canale Findenegg fino alla cima della più alta montagna delle Alpi Giulie. Discesa lungo la parete sud su sentiero attrezzato per raggiungere il rifugio Di Brazzà. Durata percorso: 8-10 ore. 

Terzo giorno: Salita alla cima di Terra Rossa e traversata in cresta lungo il sentiero attrezzato Ceria Merlone fino alla forcella Lavinal dell’Orso e discesa al rifugio Corsi. Durata percorso: 6-8 ore.

Quinto giorno: Salita allo Jof Fuart (2666 mt.) lungo la gola nord-est, una spettacolare salita attrezzata nel cuore della parete del Fuart che ci porterà direttamente sulla cima. Da qui la discesa a sud e nuovamente per pranzo al rifugio Corsi. Discesa a valle lungo il sentiero dei Tedeschi (2 ore). Durata percorso: 6-8 ore.

Partecipanti

  • Massimo 4 persone

Prezzi

  • 450 euro a persona. Nel prezzo: Guida Alpina esperta della zona, vitto e alloggio nei rifugi (bevande escluse), spostamenti con taxi.

Periodo

  • Estate

Difficoltà 

  • Alta. È necessario un ottimo allenamento e una esperienza di ferrate e sentieri esposti.

Materiali

  • Imbracatura, casco, kit da ferrata, ramponi e vestiario adeguato. Sarà possibile organizzare dei trasporti di materiali in alcune tappe. OBBLIGATORIO SACCO LENZUOLO PER I RIFUGI.